Un giorno dopo i settant’anni.

70-¦MarcodOggionoProsciutti-365Settant’anni e un giorno, dopo i grandi festeggiamenti di lunedì 12 ottobre, al Prosciuttificio Marco d’Oggiono. Si sono consolidate amicizie, raffinati i palati e condivise emozioni insieme alle oltre 250 persone che si sono unite ai Fratelli Spreafico – Agnese, Dionigi, Giulia – per la celebrazione del settantesimo anniversario aziendale.

Cibo e sorrisi insieme agli chef che hanno proposto la loro idea dei prodotti di Marco d’Oggiono: Enrico Gerli con Bresaola La Dolce Chianina ripiena di crema di parmigiano, budino d’uovo al tegamino e riso croccante, Giancarlo Morelli con il riso selezione carnaroli mantecato con distillato di erbe di bosco con gelato al caprino e Carpaccio Celtico, Claudio Sadler le mezze maniche di Carla Latini con carciofi stufati, collinetta e spuma di carbonara. E ancora Claudio Prandi, Vincenzo di Bella, Giovanni Cantoni e Ferruccio Castelli con l’Associazione Cuochi Lecco un’indimenticabile polenta al paiolo con Vaniglia e la Vera Mortadella di Fegato.

Bollicine e musica, gusti e attimi preziosi: il Birrificio DuLac, la selezione di vini Dall’Enologo since 1905, il trionfo di pane del Forno di Alice e la magnifica torta di Pasticceria Cosmo. Gusti nuovi e gusti già noti: dislocate tra cantina e piano terra le postazioni al taglio Berkel dei prodotti aziendali.

Un’atmosfera di festa, i laboratori di produzione del famoso Prosciuttificio divengono per una sera luogo di chiacchiere, brindisi e riconoscimenti a tre persone e al loro staff che brindano ai 70 anni e a tutto quello che ancora verrà!

PREMIO INNOVAZIONE DI CONFARTIGIANATO LECCO | domenica 11 ottobre, Teatro Sociale Lecco

marchio lombardia ok_CMYKInnovazione, ottimismo, positività: un trinomio perfetto che racchiude la vera mission di un’azienda artigiana oggi dove l’ innovazione è nei macchinari, ma soprattutto nell’introduzione di criteri nuovi e il rinnovamento della prassi. In occasione del 70° anniversario dell’ associazione Confartigianato Lecco, riceviamo il PREMIO INNOVAZIONE domenica 11 ottobre al Teatro Sociale di Lecco. Ecco in cosa consiste per noi essere innovativi:

“Innovazione, ottimismo, positività un trinomio perfetto che racchiude la vera, profonda, mission di un’azienda artigiana oggi dove l’innovazione è si nei macchinari e negli impianti ma è soprattutto nell’ introduzione di criteri nuovi, nel  rinnovamento ponderato  di prassi antiche.

Ci sentiamo innovatori per il nuovo modo di costruire la nostra offerta su ricette di salumi tradizionali ,  consolidate nel  tempo , ma che devono necessariamente prevedere uno snellimento e un alleggerimento per sposare i trend di vita moderni: meno sale, meno grassi, più qualità, più digeribilità. Poniamo grande attenzione alle intolleranze alimentari  ed i nostri prodotti sono senza glutine, nichel, lattosio, nitrati. Il nostro prosciutto crudo è anche biologico. Questa è la nostra sfida nel nuovo millennio : mantenere viva la memoria e le tradizioni salumiere di una terra , nel nostro caso l’Alta Brianza variandone non le radici, ma allineandone le composizioni.

Ad oggi possiamo dire che la nostra artigianalità si sposa con la ricerca del benessere fisico e con l’innovazione anche fuori dai laboratori di produzione dei nostri salumi: numerosi chef e professionisti del settore food&beverage collaborano con noi per trovare una ricetta sempre nuova, uno stimolo appagante, un accostamento insolito, una chiave di lettura che spinga a non fermarsi ad una interpretazione, ma a centomila. Pensiamo sia  questa la chiave che genera un moto continuo che origina energia e positività!”

MARCO D’OGGIONO RICEVE IL “PREMIO LE SOSTE ECCELLENZA ARTIGIANA”

Un ambito premio, una nuova emozione, un altro punto di partenza: il “Premio Le Soste Eccellenza Artigiana” è stato consegnato proprio a noi, “un’azienda del lecchese espressione di un concentrato di artigianalità, passione e materia prima di assoluta qualità, trasformata con lavorazioni essenziali in salumi di bontà sopraffina”.

Matteo-e-Camilla-Lunelli-insieme-a-Claudio-Sadler-premiano-Agnese-e-Dionigi-Spreafico

Ci prendiamo una sosta e godiamo di questo momento da lunedì 9 febbraio, quando in Triennale a Milano Claudio Sadler con Matteo e Camilla Lunelli di Cantine Ferrari ci onorano del prestigioso riconoscimento che ha come obiettivo la valorizzazione dell’artigianato veramente italiano che mira anzitutto alla qualità e distintività del nostro operato piuttosto che ad un traguardo di quantità. Il premio, alla sua prima edizione,  è stato consegnato in occasione della cena di gala dell’Associazione Le Soste, da 33 anni ritrovo e riferimento della cultura gastronomica italiana.

info@marcodoggiono.com | www.marcodoggiono.com | T  0341 576285

www.lesoste.it | www.ferraritrento.it

MARCO D’OGGIONO INCONTRA VIVIBRIANZA:  UN’ESPLOSIONE DI BRIANZA

6 chef, 3 fratelli, 1 unico territorio. Un’esplosione spazio-temporale, da domenica 15 febbraio a domenica 22 febbraio, in Brianza promossa dai titolari del Prosciuttificio Marco d’Oggiono in parallelo alla diciottesima edizione di Ristorexpo e in collaborazione con i sei Chef testimoni del territorio brianzolo, che insieme hanno fondato l’Associazione ViviBrianza: sei amici sciamani del gusto, professionisti dell’eccellenza nel servizio, negli ambienti e nel cibo,  propongono nelle loro carte per 7 giorni un menu con i salumi delllo storico prosciuttificio brianzolo.

VIVI-BRIANZA_DEF

Enrico Bartolini – Devero Hotel (Cavenago di Brianza) – http://www.deverohotel.it

Christian Di Bari – Due Spade (Cernusco sul Naviglio) – http://www.ristoranteduespade.it

Luca Mauri – A di Alice (Monza) – http://www.adialice.it

Giancarlo Morelli – Pomiroeu (Seregno) – http://www.pomiroeu.it

Theo Penati – Pierino Penati (Viganò Brianza) – http://www.pierinopenati.it

Fabio Silva – Derby Grill, Hotel De La Ville (Monza) – http://www.derbygrill.it

 

Gustate, assaggiate, gioite  con tutti i sensi, labbra, mani, occhi : consistenze morbide e croccanti, sapori affumicati e dolci, chef classici o contemporanei, ambienti tradizionali o internazionali. Dal Carpaccio Celtico alla Bresaola di Chianina, dal Lardo alle Erbe alla Burola, dalla Collinetta al Prosciutto Crudo Dolce, il nostro Re: scatenate il vostro gusto a ritmo di tradizione e artiginalità.

Seguite #marcodoggionoprosciutti e #vivibrianza: tutta la #brianza è servita.

 

info@marcodoggiono.com | www.marcodoggiono.com | T  0341 576285

www.vivbrianza.it

La felicità in un risotto, festeggiamo la Gibiana.

Giovedì 29 gennaio auguratevi felicità. Cucinate nelle vostre famiglie e con i vostri amici il risotto della Gibiana, un riso classico allo zafferano con Buroeula croccante di Marco d’Oggiono. Alla Gibiana affidiamo i pensieri negativi e le paure, per augurare all’anno nuovo più leggerezza e felicità: vi invitiamo a scriverli su dei foglietti e bruciarli in un piccolo falò (o in un posacenere), come da nostra tradizione.

Trovate tutto al nostro spaccio: Burola, ricetta e foglietti per regalare alla vostra serata quel tocco magico delle storie popolari…

Riso burola e zafferano x Giubiana