Il tricolore nel bicchiere

Un’altra originale ricetta realizzata dalla brava Barbara Frigerio di BFDivertirsiaifornelli!

 

INGREDIENTI (PER 6 PERSONE):

250 gr di mozzarella di bufala
250 gr di Carpaccio Celtico Marco D’Oggiono Prosciutti
1 avocado
sale q.b.
olio extravergine d’oliva q.b.
pepe q.b.
succo di metà lime q.b.
scorza di lime

 

PREPARAZIONE:

Tagliate in piccoli dadini la mozzarella di bufala, mettetela sulla carta assorbente per alimenti e riponetela in frigo per almeno una mezz’ora in una ciotola con coperchio.
Sminuzzate il carpaccio celtico e conditelo con un’emulsione di olio extravergine d’oliva, succo di lime, scorza di lime e fatelo riposare in frigo per mezz’ora, anch’esso in una ciotola.
Tagliate a dadini anche l’avocado e conditelo con olio, pepe e sale (io ho usato i fiocchi di sale di Cipro). Una piccola parte di avocado la passiamo nel frullatore ed emulsioniamo con olio, succo di lime, pepe e sale, che utilizzeremo per condire l’avocado a dadini.
Prendete dei bicchierini di vetro e aggiungere sul fondo un paio di cucchiaini di carpaccio celtico, formare poi uno strato con la di mozzarella di bufala e infine la dadolata di avocado che avete condito con l’emulsione fatta in precedenza. Riempite una sac a poche con l’emulsione di avocado e create una rosellina per decorare il bicchierino che terminate guarnendo con fiocchi di sale di cipro al carbone, pepe e scorza di lime .
Fate riposare in frigorifero fino al momento di servire.Immagine

Bottoncini con mousse di Collinetta

Barbara Frigerio di BFDivertirsiaifornelli ha condiviso con noi un’altra sfiziosissima ricetta con la nostra Collinetta come protagonista:

Bottoncini cotti  Bottoncini cotti 2

 

INGREDIENTI (per 500 gr di pasta):

Per la pasta:
– 350 gr di farina di grano del faraone (Triticum Turanicum – è un’antica varietà di grano duro che ha un elevato tenore proteico e di sali minerali rispetto al grano comune)
– 3 uova
– 1 cucchiaino di sale
– 1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva Coratina Dievole

Per il ripieno:
– 250 gr di Collinetta Marco d’Oggiono                 16
– la scorza di un limone non trattato
– un cucchiaio di panna fresca

Per il condimento:
– 100 gr burro
– 5/6 gr. timo fresco
– formaggio grattugiato a piacere

PREPARAZIONE:

Preparare una “fontana” di farina sul piano di lavoro e riporre al centro le uova in precedenza leggermente sbattute, il sale e l’olio. Con l’aiuto di una forchetta o con le dita sbattere le uova e a poco a poco cominciare ad incorporare la farina dai lati della fontana. Procedere così fino a far diventare l’impasto omogeneo e all’assorbimento completo delle uova.
Iniziare ad impastare la pasta su un piano leggermente infarinato con l’aiuto del palmo della mano. L’impasto va lavorato per qualche minuto, tirandolo ed allungandolo fino a che non risulta soffice ed elastico. Più l’impasto viene lavorato più questo risulterà elastico e quindi facile da spianare.
L’impasto deve essere morbido e asciutto, quindi se risulta molle e appiccicoso si può aggiungere altra farina, invece se è troppo asciutto o friabile si può spennellare con dell’acqua tiepida e lavorarlo fino a che non diventa della consistenza necessaria.
Raggiunta la giusta mordidezza creare una palla con l’impasto e lasciarlo riposare in un recipiente coperto per almeno un’ora prima di stenderlo e tagliarlo.

Nel frattempo preparare il ripieno: tagliare a cubetti 250 gr di Collinetta MdO e mettere nel mixer con la scorza di limone non trattato e un cucchiaio di panna fresca. Raggiunta una consistenza morbida lasciar riposare per 10/15 minuti in frigorifero.

cremoso di collinetta

Stendere poi la pasta (sottile ma non troppo) e con l’apposito strumento per ravioli tagliare tanti cerchi. In alternativa si può utilizzare un bicchierino del diametro di 4 cm circa. Adagiare poi sulla metà dei bottoncini il ripieno di mousse di Collinetta e chiuderli poi sigillando i bordi.

Bottoncini 2

Buttare i bottoncini in acqua salata portata a bollore, e lasciarli cuocere per 8/10 minuti. In una padella antiaderente far sciogliere il burro con il timo, con cui poi verranno conditi i bottoncini, insieme, a discrezione di ognuno, ad una spolverata di parmigiano.

Le Orecchiette incontrano la Brianza

Nuovamente grazie a Barbara Frigerio, amica e food blogger di BFDivertirsiaifornelli

piatto

INGREDIENTI:

– 350 gr di Orecchiette pugliesi (acquistate o fatte in casa)
– 700 gr di cime di rapa
– 300 gr di Collinetta Marco D’Oggiono Prosciutticollinetta
– panna fresca q.b.
– scorza di limone di Sorrento q.b.
– sale q.b.
– pepe q.b.
– spicchio d’aglio
– olio extravergine d’oliva q.b.
– 75 gr di pecorino piccante

PREPARAZIONE:

Lavare le cime di rapa, tagliare via il gambo, conservando i fiori e le foglie. Tagliare le foglie in pezzi di 5 cm. Portare ad ebollizione circa 2 l di acqua, aggiungere il sale, tuffarvi dentro le cime di rapa per circa 7/10 minuti. Rimuovere le cime di rapa con un colino a maglia fine e passare in padella con olio, aglio e poi nel mixer insieme al pecorino piccante. La crema di cime di rapa è pronta per condire le orecchiette.

crema cime di rapa

Tagliare a dadini la Collinetta e mettere nel mixer con la panna fino ad ottenere una crema morbida ed aggiungere le scorzette di limone di Sorrento. Portare di nuovo ad ebollizione l’acqua e aggiungere la pasta. Fate cuocere per circa 5-6 minuti ( “al dente”). Quando la pasta è pronta, scolare e aggiungerla alla crema di cime di rapa e cuocere per 1 minuto in una padella antiaderente con un filo d’olio.

cremoso di collinetta

orecchiette 2

Mettere la pasta in un piatto da portata e servire con pecorino grattugiato e tre quenelle di cremoso di Collinetta al profumo di limoni di Sorrento