BIGOLI IN CREMA DI PORRI, PANCETTA COTTA LA COLLINETTA & RIDUZIONE DI LAMPONI

Ingredienti per 2 persone

IMG_4004.JPG

  • 180 g di bigoli
  • 60 g di lamponi
  • 80 g di Grana Padano fresco
  • 60 g di Pancetta cotta LA COLLINETTA
  • brodo di verdura
  • un cucchiaio di aceto balsamico
  • un cucchiaino di zucchero di canna
  • extravergine
  • sale e pepe q.b.
  • un peperoncino fresco

Preparazione

Preparate la riduzione di lamponi: in un pentolino antiaderente cuocete a fiamma bassa i lamponi con il balsamico e lo zucchero per 2-3 minuti fino ad ottenere una salsa piuttosto densa. Tenete da parte.

In una padella insaporite i porri tagliati finemente con un cucchiaio di olio, sale, pepe e il peperoncino fresco spezzettato. Allungate con un cucchiaio di brodo di verdura e cuocete fino a fare ammorbidire il tutto.

Nel frattempo accendete l’acqua per i bigoli diluita con un mestolo di brodo e il sale.

In un recipiente grattugiate il Grana, e stemperate con qualche cucchiaio di cottura della pasta.

Buttate i bigoli in acqua bollente, nel frattempo unite la crema di Grana ai porri e mescolate.

Scolate i bigoli molto al dente, aggiungeteli ai porri e Grana, e finite la cottura in padella. Mantecate con un cucchiaio di extravergine.

Servite i bigoli con LA COLLINETTA , la riduzione di lamponi precedentemente filtrata e ancora un pizzico di pepe.

img_4129 copia

BUON APPETITO!

 

by @nordfoodovestest

Tonnarelli con Collinetta

RICETTA DI ALESSANDRO RIZZITANO:

Gricia

 

INGREDIENTI PER DUE PERSONE:
300 gr di tonnarelli freschi
Pecorino romano
Collinetta Marco d’Oggiono
Pepe Nero

PREPARAZIONE:

Tagliare a striscioline e poi a cubetti due fette di collinetta alte 5-6 mm. Farla rosolare in una padella antiaderente a fuoco medio/basso fino a che diventerà trasparente e inizierà a perdere il suo grasso e a diventare croccante.
Mettere a lessare i tonnarelli in abbondante acqua poco salata (non salare troppo l’acqua perché la collinetta e il pecorino sono piuttosto sapidi).
Scolare la pasta al dente nella padella in cui è stata fatta rosolare la collinetta, aggiungere il pecorino romano e far saltare nella padella calda ma a fuoco spento, aggiungendo la quantità d’acqua di pasta necessaria a formare una cremina piuttosto densa, terminando con una abbondante macinata di pepe nero.
Impiattare la pasta aggiungendo infine ancora abbondante pecorino romano grattugiato e guarnire con una cialda di pecorino.

Tagliatella targata Brianza con Collinetta Marco d’Oggiono

Chef Luigi Gandola, Chef Patron del Ristorante Salice Blu Bellagio

Luigi Gandola showcooking 31 01 2015 (10)

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:
150 gr semola di grano rimacinata
75 gr uovo intero
30 gr erbe miste
30 gr di Pancetta morbida frullata
Acqua se necessaria q.b.
Sale q.b
80 gr Ricotta
20 gr scalogno tritato
50 gr di burro
50 gr di Collinetta Marco D’Oggiono
100 gr arance naturali
30 gr zucchero
100 gr prosecco
50 gr Prosciutto Crudo Dolce Marco d’Oggiono

PROCEDIMENTO:

Impastare la semola con il sale e le uova ed unire successivamente il trito di pancetta ed erbe preparato in precedenza. Unire l’acqua se necessario e continuare ad impastare sino a rendere il tutto liscio ed omogeneo, lasciare riposare la pasta sino al raffreddamento per evitare che si surriscaldi nella lavorazione.

Nell’attesa prendere la ricotta e se non ben asciutta infornarla al forno per 30 minuti a 150°c profumandola con l’arancia e facendo attenzione a non dimenticare di eliminare le scorze che si potranno candire ed utilizzare come decorazione finale del piatto.

Luigi Gandola showcooking 31 01 2015

Successivamente portare ad ebollizione l’acqua, salarla e cuocere le tagliatelle trafilate al momento senza seccarle sulla spianatoia (si consiglia di aromatizzare l’acqua di cottura con i ritagli di salumi ben puliti che durante la giornata avete accumulato).
Preparare la salsa per il condimento con un soffritto di scalogno e Collinetta utilizzando solo burro, unirvi successivamente la ricotta e la Collinetta tagliate molto fine a coltello. Mantecare per un paio di minuti alla fiamma ed ammorbidire se serve con l’acqua/brodo di cottura della pasta.

CollinettaLuigi Gandola showcooking 31 01 2015 (9)

Servire in fondina con chips di pasta fresca e decorare con le zeste caramellate di arancia e del Prosciutto dolce Marco d’Oggiono, tagliato molto fine a coltello, quest’ultimo verrà utilizzato a crudo come decorazione.

Luigi Gandola showcooking 31 01 2015 (4)

Ambra: il calore di una mattina dedicata al Natale

Sogni, profumo, calore: abbiamo respirato il Natale sabato mattina 21 novembre, durante lo show cooking di Ambra Romani. Umbro-marchigiana nata a Milano, autentica  e originale, con un pizzico di esotismo per le sue origini africane. I suoi piatti rivelano la sua energia e riflettono un temperamento vivace.  Ci ha intrattenuto raccontandoci la sua idea per la tavola delle feste. Una tavola luminosa fuori e dentro al piatto: Ambra ci propone dei piatti “conviviali” e che portano serenità, anche a chi cucina! Godetevi il pranzo insieme agli ospiti, con queste tre ricette di una grande Chef che è stata amica e maestra.

Bignè salati farciti con Crudo Dolce Marco d’Oggiono, panna montata alle erbe e limone: stuzzichevoli e golosi, facili da realizzare, la panna montata è soffice e il Prosciutto Crudo si scioglie letteralmente. Tartare di Carpaccio Celtico, julienne di verdure invernali in tempura e chutney di melone giallo: una finezza in bocca senza paragoni. Lasagnetta di pasta fresca con Collinetta, ricotta alla maggiorana e rosmarino e pomodori secchi: un primo piatto per conquistare al primo colpo, gustoso, aromatico, fresco.

Bignè salati Tartare di carpaccio Celticofoto1 foto8 foto12 foto13 Lasagnetta

Estate, Collinetta e finger food!

Estate in arrivo, aperitivi in terrazza: fame di fresco e di stuzzicherie all’italiana. I prodotti Marco d’Oggiono si prestano al formato finger food: involtini di bresaola, piccole tartare di carpaccio celtico, crèpes ripiene: scatenate la fantasia! Oggi parliamo di Collinetta, la nostra pancetta cotta. Rimane impressa, fa innamorare tutti coloro che la assaggiano. E’ una pancetta di suino italiano a cui viene tolta la parte di grasso più unto (la bronza), viene arrotolata, cotta e leggermente affumicata. Il gusto è quello del prosciutto cotto, cui il grasso della pancetta dona un plus di dolcezza e con un sospetto di fumo sul finale.

IMG_0048

Taralli con mousse di Collinetta e granella di Pistacchio di Bronte dop”avvolgono il palato, ammorbidiscono il gusto. Sono come le ciliegie. Vi raccontiamo come prepararli in modo veramente semplice. Vi auguriamo un buon appetito con Marco d’Oggiono!

300 gr. di collinetta, 1 cipolla bianca, 1 cucchiaio di olio, 30 gr burro, 150 gr mascarpone, sale e pepe q.b.

Preparazione – In una padella stufare la cipolla bianca in un cucchiaio  scarso di olio, fino a renderla  morbida e trasparente;  aggiungere la Collinetta  tagliata grossolanamente a cubetti e lasciarla insaporire  per circa 15 minuti  a fuoco medio/basso cercando di non farla tostare troppo. Eliminare il grasso che si sarà creato, lasciare intiepidire e passare il tutto in un frullatore. Aggiungere una piccola macinata di pepe e frullare il composto fino a renderlo veramente finissimo.

A questo punto aggiungere il burro tenuto a temperatura ambiente  ed il mascarpone e montare il patè con il frullatore stesso o meglio con le fruste .

Trasferire la crema  così ottenuta  in un sac a poche e con l’aiuto di questo decorare dei tarallini. Cospargere sul patè dei pistacchi di Bronte tritati.

IL CIBO IN ROSA DA MARCO D’OGGIONO.

L’ESOTICO, L’INCONTRO, LA TRADIZIONE.

Gustare l’esotico, incontrare la diversità e pensare all’origine delle cose. Un’esperienza umana e sensibile, il nostro prossimo incontro: Victoire Gouloubi sintetizza la meditazione e la bravura nel trasmettere l’origine spirituale della persona nella concretezza di un piatto. La nostra lezione di cucina con show, sabato 31 gennaio, alle ore 11.00 è il primo dei quattro appuntamenti previsti fino alla primavera nei laboratori di produzione del nostro prosciutto crudo dolce.

ristorante-victoire-chef-950x514

Da un continente all’altro, dalle parole ai piatti: attendiamo l’incontro-confronto di Victoire e Agnese e vi anticipiamo:

  • Risotto con la Vera Mortadella di Fegato brianzola e saka saka
  • Collinetta di Marco d’Oggiono su manioca schiacciata alla menta su crema di burro di arachide e pomodorini

L’obiettivo di questo appuntamento è unire qualche consiglio di una grande Chef al buon gusto della spesa del sabato mattina, da sempre momento di estremo relax e regalo per se stessi.

Un vero momento di show, un contenitore immenso di idee e degli spunti per affinare le nostre capacità in cucina. La parola d’ordine è fattibilità: tutte le nostre ricette sono riproducibili à la maison. Vi spieghiamo e vi consigliamo gli abbinamenti migliori con i prodotti di Marco d’Oggiono.

L’appuntamento è gratuito, i posti sono limitati. Prenotate per voi e i vostri amici, scrivete a agnese@marcodoggiono.com oppure telefonate al numero 0341 576285.

L’incontro precedente con Federico Veronesi.

Tutti gli appuntamenti del sabato mattina al Prosciuttificio Marco d’Oggiono.

UNO CHEF, DUE RICETTE E TUTTI I NOSTRI PROSCIUTTI

Una tartare e un risotto, lo chef, i titolari di un’azienda storica brianzola e i salumi di Marco d’Oggiono: ecco i protagonisti della prima lezione di cucina con show nei laboratori di produzione dei famosi prosciutti dolci, sabato 8 novembre, alle ore 10.30. L’obiettivo di questo appuntamento è unire qualche consiglio al buon gusto della spesa del sabato mattina, da sempre momento di estremo relax e regalo per se stessi.

Lo Chef, trentino e amico, si chiama Federico Veronesi. Appassionato di erbe aromatiche, trasmette il territorio nei piatti e ha tra i suoi maestri le stelle Michelin di Norbert Niederkofler** e Giancarlo Morelli*. Ci regala la sua simpatia e ci intrattiene con due ricette utilizzando i prodotti di Marco d’Oggiono:

  • Tartare di Carpaccio Celtico, insalata di carciofi, uovo e cialda di parmigiano
  • Riso selezione carnaroli mantecato alla zucca, crema di gorgonzola e croccante di Collinetta

Un vero momento di show, un contenitore immenso di idee e degli spunti per affinare le nostre capacità in cucina. La parola d’ordine è fattibilità: tutte le nostre ricette sono riproducibili à la maison. Vi spieghiamo e vi consigliamo gli abbinamenti migliori con i prodotti di Marco d’Oggiono.

Uno chef, due ricette e nessun limite al cucinare!

L’appuntamento è gratuito, i posti sono limitati. Prenotate per voi e i vostri amici, scrivete a agnese@marcodoggiono.com oppure telefonate al numero 0341 576285.

Piccolo reportage, da Victoire

Un piccolo reportage della serata da Victoire e un grazie alle nostre fotografe e follower 🙂 Come previsto iniziamo con il nostro aperitivo, ormai diremmo imprescindibile: Berkel in prima linea e noi dietro di lei. Il nostro Prosciutto Crudo Dolce, il Carpaccio Celtico, la Collinetta e il Salame di Coscia hanno aperto la sfilata accattivante dei piatti di Victoire Gouloubi che inserisce sempre il suo sguardo carico di esperienze lontane. Il risotto con la Mortadella di Fegato, un’interpretazione sublime di un prodotto di nicchia, dal gusto molto intenso, appartiene alla Brianza antica.1401740_10205007977547476_3545385893972781797_o

10338517_10205007978147491_1282838357440652130_o

Il secondo piatto è un filetto di orata in crosta di sesamo con collinetta morbida e una punta di burro di lardo, un nuovo prodotto che sta attirando tutte le nostre attenzioni….

10689749_10205007978187492_2950421955182497731_n

Come qualsiasi cena che si rispetti, finiamo con un tortino di cioccolato. raramente ne abbiamo provato uno così buono…vi lasciamo in dolcezza, buona serata!

1508646_10205007978027488_5272441992747846583_n

Ristorexpo 2014 – tre Chef per Marco d’Oggiono

IN CIBO VERITAS: CI ABBIAMO CREDUTO!

Una Ristorexpo piena di appuntamenti, un via vai di Chef e di giornalisti, di giovani food blogger, di ristoratori, di curiosi, di casalinghe… ci piacciono veramente tutti. Quest’anno siamo stati dinamici e fortunati, orgogliosi del nostro stand piano di appassionati e tre personalità che ci hanno letteralmente sedotto. Non potevamo non iniziare con la nostra Ambra – domenica 16 – che ci segue da molto tempo ormai: bella e solare con la sua divisa nera, prepara dei finger food di stagione:

MILLERIGHE DI BARBABIETOLA E SEDANO RAPA, JULIENNE DI BRESAOLA “LA DOLCE CHIANINA” E POLVERE DI ARACHIDI

IMG_3616

BISCOTTO ALLO ZAFFERANO, MORBIDO DI MELA E CAPRINO, COLLINETTA

IMG_3618

Ci regala all’ultimo con un fuori programma: SFERA DI BUROEULA SU MAIONESE LIQUIDA DI PARMIGIANO, CIME DI RAPA ALL’AGRO E PROFUMO DI ARANCIO.

IMG_3605

IMG_3681

Lunedì 17 è la volta di Giancarlo Morelli, patron, lo Chef, l’incantatore, l’istrionico, il simpatico. Con lui capiamo perchè il risotto lo ha fatto conoscere in tutto il mondo: lui ci crede tantissimo. Parla di noi e del nostro carpaccio, si inventa un riso che è come se l’avesse estrapolato dai nostri pensieri: Giancarlo sei bravo. Il brodo con le erbe di montagna è esattamente il punto del nostro carpaccio affumicato, il sentore di bosco, la simbiosi con la natura. Il gelato al caprino morbido è bello sul piatto oltre che buono.

RISO SELEZIONE CARNAROLI MANTECATO CON BRODO ALLE ERBE DI MONTAGNA, CARPACCIO CELTICO E GELATO AL CAPRINO

IMG_3696 IMG_3697 IMG_3714

 

Martedì 18 un ragazzo in cui crediamo molto, Luca Mozzanica, Chef al Ristorante dell’Hotel Griso di Lecco. Erede della sapienza di Claudio Prandi ha una bella mano e siamo sicuri riuscirà nel tempo a entrare nella mentalità dei lecchesi e della nostra provincia. A lui abbiamo affidato la Collinetta, uno tra i nostri prodotti più golosi. Si inventa una crema di patate e collinetta e che chiama cappuccio, forse proprio perchè sprigiona un’aroma talmente intenso, bellissima l’idea!

CAPPUCCIO DI COLLINETTA AL PROFUMO DI CAFFE’

IMG_3739 IMG_3742

Un grazie a chi è passato, un pensiero a chi avrebbe voluto esserci, a presto per chi ci sarà. Seguiteci e trovateci in azienda, la nostra porta è sempre aperta. Un abbraccio sincero.

Lo staff di Marco d’Oggiono

Il primo aperitivo sabato 1 giugno

Buongiorno gourmet! Qualche racconto del primo aperitivo di benvenuto all’estate: indovinato! Per chi ancora non lo sapesse, abbiamo deciso di offrirvi qualche stuzzichino ogni sabato mattina del mese di giugno, mentre siete impegnati nella vostra spesa. Grazie a tutti coloro presenti sabato 1 giugno! Vi deliziamo un po’… insalata di nervetti milanesi  |  carpaccio celtico di chianina al verde di zucchina  |  mousse di lardo alle erbe.

Aperitivi mese di giugno Aperitivi mese di giugno (2) Aperitivi mese di giugno (3) Aperitivi mese di giugno (6) Aperitivi mese di giugno (8) Aperitivi mese di giugno (9) Aperitivi mese di giugno (15) Aperitivi mese di giugno (16)