Chiedilo a Marco d’Oggiono: i tagli del Prosciutto Crudo

Inizia oggi una rubrica video creata per rispondere alle curiosità e alle domande più frequenti riguardanti il mondo dei salumi.

Con il primo vlog, Agnese vi spiegherà quali sono le pezzature ed i tagli che potete trovare al nostro spaccio aziendale.

A proposito..vi aspettiamo!!!

Se avete domande da porci scrivete a comunicazioni@marcodoggiono.com

Al prossimo VLOG!

Cappelletti di Paolo con Prosciutto Crudo

RICETTA DI PAOLO FERRETTI

INGREDIENTI PER 6 PERSONE (CIRCA)
Per la sfoglia:
300 gr. Farina (misto di 00 e grano duro)
3 Uova (a pasta gialla)

Per il ripieno:
350 gr. Culatello di maiale (lombo) macinato 2 volte
125 gr. Prosciutto crudo dolce Marco d’Oggiono stagionato
70 gr. Parmigiano-Reggiano
40 gr. Pan grattato
20 gr. Burro
1 Uovo
Sale e Pepe q.b.PB260045

PREPARAZIONE:

CAPPELLETTI
Amalgamare farina e uova, poi lasciar riposare in frigo per circa 1 ora. Stendere l’impasto con il mattarello, indi tagliare a quadrettini di circa 3 cm., mettere il ripieno a palline e chiudere: prima in triangolo, poi unire gli angoli più lontani e tutto è fatto. Per una buona riuscita è consigliabile degustare con brodo di cappone o gallina ed un pezzo di biancostato.PB280060PB280054

RIPIENO
In un tegame mettere il burro ed il macinato a fuoco basso per far perdere l’acqua (non deve rosolare). Quando il tutto è raffreddato, aggiungere l’uovo, il parmigiano, il pan grattato ed il prosciutto crudo tagliato a cubettini, salare, pepare e assaggiare. Lasciar riposare in frigo fino al giorno dopo.

PC010065

Ambra: il calore di una mattina dedicata al Natale

Sogni, profumo, calore: abbiamo respirato il Natale sabato mattina 21 novembre, durante lo show cooking di Ambra Romani. Umbro-marchigiana nata a Milano, autentica  e originale, con un pizzico di esotismo per le sue origini africane. I suoi piatti rivelano la sua energia e riflettono un temperamento vivace.  Ci ha intrattenuto raccontandoci la sua idea per la tavola delle feste. Una tavola luminosa fuori e dentro al piatto: Ambra ci propone dei piatti “conviviali” e che portano serenità, anche a chi cucina! Godetevi il pranzo insieme agli ospiti, con queste tre ricette di una grande Chef che è stata amica e maestra.

Bignè salati farciti con Crudo Dolce Marco d’Oggiono, panna montata alle erbe e limone: stuzzichevoli e golosi, facili da realizzare, la panna montata è soffice e il Prosciutto Crudo si scioglie letteralmente. Tartare di Carpaccio Celtico, julienne di verdure invernali in tempura e chutney di melone giallo: una finezza in bocca senza paragoni. Lasagnetta di pasta fresca con Collinetta, ricotta alla maggiorana e rosmarino e pomodori secchi: un primo piatto per conquistare al primo colpo, gustoso, aromatico, fresco.

Bignè salati Tartare di carpaccio Celticofoto1 foto8 foto12 foto13 Lasagnetta

il Disosso di una coscia di Prosciutto – sabato 14 marzo, ore 11.00.

still-life-9194-2

La maestria di Dionigi si rivela in uno show interessante che fa convivere la perfezione della natura con la tecnica impeccabile dell’uomo: il disosso di una coscia intera di prosciutto, sabato 14 marzo, alle ore 11.00, sarà punto di partenza per un confronto e una sessione di apprendimento di un prodotto così unico.

Per concludere, l’assaggio di prosciutto crudo : dolce, italiano, indimenticabile. Da quasi un anno anche in una linea biologica.

Prenotazioni al numero 0341 576285 oppure all’indirizo email agnese@marcodoggiono.com . La partecipazione è gratuita, i posti sono limitati.

UNO CHEF, DUE RICETTE E TUTTI I NOSTRI PROSCIUTTI

Una tartare e un risotto, lo chef, i titolari di un’azienda storica brianzola e i salumi di Marco d’Oggiono: ecco i protagonisti della prima lezione di cucina con show nei laboratori di produzione dei famosi prosciutti dolci, sabato 8 novembre, alle ore 10.30. L’obiettivo di questo appuntamento è unire qualche consiglio al buon gusto della spesa del sabato mattina, da sempre momento di estremo relax e regalo per se stessi.

Lo Chef, trentino e amico, si chiama Federico Veronesi. Appassionato di erbe aromatiche, trasmette il territorio nei piatti e ha tra i suoi maestri le stelle Michelin di Norbert Niederkofler** e Giancarlo Morelli*. Ci regala la sua simpatia e ci intrattiene con due ricette utilizzando i prodotti di Marco d’Oggiono:

  • Tartare di Carpaccio Celtico, insalata di carciofi, uovo e cialda di parmigiano
  • Riso selezione carnaroli mantecato alla zucca, crema di gorgonzola e croccante di Collinetta

Un vero momento di show, un contenitore immenso di idee e degli spunti per affinare le nostre capacità in cucina. La parola d’ordine è fattibilità: tutte le nostre ricette sono riproducibili à la maison. Vi spieghiamo e vi consigliamo gli abbinamenti migliori con i prodotti di Marco d’Oggiono.

Uno chef, due ricette e nessun limite al cucinare!

L’appuntamento è gratuito, i posti sono limitati. Prenotate per voi e i vostri amici, scrivete a agnese@marcodoggiono.com oppure telefonate al numero 0341 576285.

Wine&Food Style, Villa Erba Cernobbio

Immagine copertinaL’autunno è da sempre tempo di novità: dal 31 ottobre al 2 novembre saremo a Villa Erba a Cernobbio. La location è prestigiosa, la cornice del lago non può che aggiungere valore alle eccellenze dei prodotti, in linea con la grande tradizione vinicola e gastro-alimentare italiana, famosa in tutto il mondo.  La nostra presenza si articola nelle tre giornate con gli SHOW COOKING a cura degli Chef di “Impariamo a cucinare”, le mattine di venerdì, sabato e domenica e il WORKSHOP sabato pomeriggio alle ore 16.00: la maestria di Dionigi si rivela in uno show interessante che fa convivere la perfezione della natura con la tecnica impeccabile dell’uomo nel disosso di una coscia intera di prosciutto.

Potete scaricare il coupon per l’ingresso sul sito http://www.winefoodstyle.com/ , venite a trovarci a Cernobbio!

2014_Catalogo_SalaMinerva

Perchè abbiniamo il topinambur al Prosciutto Crudo?

Nella famiglia dei tuberi, un prodotto interessante e promiscuo per il suo sapore a metà tra la patata e il carciofo. (E’ anche chiamato carciofo di Gerusalemme!) Ci è piaciuta moltissimo la presentazione autunnale di Federico, abbiamo chiesto allo Chef perchè ha voluto abbinare il topinambur al nostro prosciutto crudo: il suo sapore tendenzialmente dolce si esalta se abbinato al nostro crudo poco salato senza alterarlo o modificarne il gusto. Il piatto non è solo dolce: i funghi fritti, stagionali, sono la parte croccante e le tonalità fresche del rafano mitigano la parte grassa del piatto.

Il Topinambur può essere consumato crudo a fettine e condito con olio, limone e sale.

A noi piace da impazzire!

topinambur topinambur500

CRUDO D’AUTUNNO: PROSCIUTTO CRUDO DOLCE MARCO D’OGGIONO, FUNGHI PORCINI IN TEMPURA, PURE’ DI TOPINAMBUR E RAFANO FRESCO

IMG_1304Ingredienti per 4 persone

– 400 g prosciutto crudo Dolce Marco d’Oggiono affettato sottile

– 4/5 funghi porcini freschi

– 1 radice di rafano fresco pulita

– 5 pz topinambur

– 200 ml latte

– 50 g burro

Per la tempura:

– 60 g farina di riso (3 cucchiai abbondanti)

– 10 g fecola di patate (1 cucch. Scarso)

– 10 g farina “0” (1/2 cucchiaio)

– 100 ml acqua gasata fredda

– 50 ml birra chiara fredda

– 500 ml olio di semi di girasole per la frittura

Per la tempura:

In una bastardella di acciaio unite le farine e la fecola, aggiungete l’acqua frizzante e la birra, mescolate fino ad ottenere un composto omogeneo. Fate riposare la tempura in frigorifero per una ventina di minuti. Nel frattempo pulite bene i porcini con della carta da cucina (non lavateli con acqua). Tagliate delle fette dello spessore di 3-4- millimetri. In una casseruola fate scaldare l’olio a circa 150° C, immergete le fette di porcini nella tempura fredda e friggeteli in olio (attenzione la frittura deve rimanere croccante ma non deve prendere colore)

Per il puré di topinambur:
Lavate e pelate i topinambur, tagliateli a fette sottili e fateli cuocere in una casseruola immersi nel latte. A cottura ultimata scolateli senza buttare il liquido di cottura, mettete il topinambur in un frullatore con la noce di burro ed emulsionate aggiungendo poco per volta il latte di cottura sino ad ottenere la consistenza che preferite. Aggiustate di sale e tenete al caldo il puré.

Per impiattare:
Adagiate le fette di prosciutto crudo in un piatto da portata con un paio di cucchiai di puré tiepido, sistemate la tempura di porcini sul prosciutto e guarnite con un’abbondante grattugiata di radice di rafano fresco.

 

Ricetta di Federico Veronesi

Piccolo reportage, da Victoire

Un piccolo reportage della serata da Victoire e un grazie alle nostre fotografe e follower 🙂 Come previsto iniziamo con il nostro aperitivo, ormai diremmo imprescindibile: Berkel in prima linea e noi dietro di lei. Il nostro Prosciutto Crudo Dolce, il Carpaccio Celtico, la Collinetta e il Salame di Coscia hanno aperto la sfilata accattivante dei piatti di Victoire Gouloubi che inserisce sempre il suo sguardo carico di esperienze lontane. Il risotto con la Mortadella di Fegato, un’interpretazione sublime di un prodotto di nicchia, dal gusto molto intenso, appartiene alla Brianza antica.1401740_10205007977547476_3545385893972781797_o

10338517_10205007978147491_1282838357440652130_o

Il secondo piatto è un filetto di orata in crosta di sesamo con collinetta morbida e una punta di burro di lardo, un nuovo prodotto che sta attirando tutte le nostre attenzioni….

10689749_10205007978187492_2950421955182497731_n

Come qualsiasi cena che si rispetti, finiamo con un tortino di cioccolato. raramente ne abbiamo provato uno così buono…vi lasciamo in dolcezza, buona serata!

1508646_10205007978027488_5272441992747846583_n

Aperitivo musicale, Ristorante Nicolin.

25 09 2014: un’esperienza al ristorante può diventare stimolo per tutti i gusti, regalare spazi emotivi e curiosità di conoscere. Una serata per conoscere la nostra materia prima e l’arte culinaria di assemblare sostanza ed estro. La musica di Oliviero Cerrini accompagnerà fetta dopo fetta il gusto e la scioglievolezza del nostro prosciutto e dei prodotti firmati Marco d’Oggiono al Ristorante Nicolin. Per informazioni 0341 576285 – Ristorante Nicolin 0341 422122.

Ristorante Nicolin_25 settembre