Chiedilo a Marco d’Oggiono: i tagli del Prosciutto Crudo

Inizia oggi una rubrica video creata per rispondere alle curiosità e alle domande più frequenti riguardanti il mondo dei salumi.

Con il primo vlog, Agnese vi spiegherà quali sono le pezzature ed i tagli che potete trovare al nostro spaccio aziendale.

A proposito..vi aspettiamo!!!

Se avete domande da porci scrivete a comunicazioni@marcodoggiono.com

Al prossimo VLOG!

D’estate col melone…d’inverno col panettone!

Una nuova idea nata in occasione della festa di San Biagio (3 Febbraio), durante la quale si scongiurano malanni a gola e naso mangiando gli avanzi del panettone delle feste..

Enjoy!

panettone2

 

INGREDIENTI (per due sandwich)

– 2 fette di panettone (tagliato in orizzontale)
– 6 fette di Prosciutto Crudo dolce Marco d’Oggiono Prosciutti
– 100 g ricotta (o mascarpone, o altro formaggio spalmabile)

PREPARAZIONE:

Adagiate su ciascuna fetta di panettone (tagliata in orizzontale ed assottigliata con un mattarello) 3 fette di Prosciutto Crudo fino a foderarla completamente, e spalmate poi al centro una striscia di ricotta.
Con l’aiuto della pellicola per alimenti arrotolate la fetta di panettone su se stessa.
Tostatela in una padella antiaderente per qualche minuto rigirando il rotolo su tutti i lati.

Press tour da Marco d’Oggiono

Lo sguardo critico ed esperto di giornalisti e food blogger ha attraversato i cancelli della nostra azienda lo scorso 1 Ottobre per un’esperienza di degustazione ed introduzione alla nostra realtà.

Durante il Press Tour i nostri ospiti hanno potuto scoprire tramite le parole di Dionigi i processi di lavorazione del Prosciutto Crudo e di Bresaola/Carpaccio di Chianina..

collage-1

..hanno percepito in prima persona il particolarissimo incontro tra l’aria del lago e delle colline che incorniciano la nostra bella Oggiono, permettendoci di realizzare un Prosciutto Crudo dolcissimo:

5

Durante tutto il percorso hanno potuto assaggiare le nostre specialità, assaporandole nella naturalità delle sale di riposo…

14567458_1667592096887771_6140410423647338105_o

14444661_10209070454413243_251709149585153845_o

…terminando poi con una degustazione di salumi in purezza ed interpretati dalla brava Chef Elda Menna del Ristorante Molera (Garbagnate Monastero), che ha cucinato una deliziosa cocotte di Collinetta ripiena di melanzane e Casera, accompagnata da una fondue, e un Risotto “Autunno” con zucca, castagne e la nostra Bresaola di Tacchino croccante, seguiti dai salumi antichi da cuocere Marco d’Oggiono: la Vera Mortadella di Fegato della Brianza e il Cotechino Vaniglia, con contorno di polenta.

collage-logo

Alcuni dei protagonisti della piacevole giornata, tra cui Tiziana Colombo (Nonna Paperina), che ringraziamo per la collaborazione nell’organizzazione dell’evento, Alessandro del Birrificio Dulac (Galbiate), le cui birre artigianali hanno accompagnato i nostri prodotti, la Chef Elda, Agnese, Dionigi, Lulla e i nostri ospiti:

2

3

Un grazie speciale ancora a tutti voi per questa bella giornata!

 

Maestro del gusto 2015 e Premio Villani 2016: nuovi ed importanti titoli in casa Marco d’Oggiono

“Il Premio Dino Villani è riservato ai titolari delle aziende artigianali o piccolo-industriali che si distinguono da tempo nella valorizzazione dei prodotti alimentari italiani con alti livelli di qualità.” Recita questo il sito web dedicato all’importante riconoscimento che siamo orgogliosi di vantare tra i nostri. Lo ha vinto lei, la nostra Mortadella di Fegato della Brianza, lo scorso 18 Aprile 2016, rilasciato dal Consiglio di Presidenza dell’Accademia della Cucina Italiana.

MORT. FEGATO

MAESTRO DEL GUSTO 2015 è invece il penultimo dei riconoscimenti per la nostra azienda, titolo di cui siamo particolarmente fieri.
Il prestigioso titolo tra i prodotti chiamati a rappresentare la Regione
Lombardia, è stato rilasciato da Gourm_Arte al PROSCIUTTO CRUDO MARCO
D’OGGIONO quale Testimone d’Eccellenza per l’anno 2015.

Schiacciata al finocchietto con crudo, pesche grigliate e caffè

Un gustoso suggerimento di Alessia Massari del blog Myiummy, per il nostro Prosciutto Crudo Dolce:

INGREDIENTI (per una teglia da 24 cm):

Per la schiacciata:
35 gr lievito madre rinfrescato.
100 gr. semola di grano duro
50 g farinadscn9562
1/2 cucchiaino malto
1 cucchiaino sale
2 cucchiaini semi di finocchio
1 cucchiaio olio extravergine di oliva
95 g circa acqua

Per il ripieno:
50 g Prosciutto crudo Marco d’Oggiono
Una pesca ben soda

Per la salsa al caffè:
100 ml acqua
1 cucchiaino caffè solubile
2 cucchiaini zucchero
1/2 cucchiaino maizena

PREPARAZIONE:

Per prima cosa, impastare la schiacciata: spezzettare il lievito in una ciotola, unire le farine e gli altri ingredienti e l’acqua a filo; lavorare fino ad ottenere un impasto morbido ma non appiccicoso. Farlo a palla e porlo a lievitare in un contenitore chiuso fino a che sia triplicato. A questo punto, riprendere l’impasto e stenderlo con le mani direttamente nella teglia unta di olio, coprirlo con pellicola e lasciarlo lievitare ancora un’oretta.

Passato questo tempo, portare il forno a ca. 200°; in una ciotolina emulsionare un cucchiaio di olio extravergine e uno di acqua e spargere l’emulsione sulla schiacciata, quindi infornarla e cuocerla per ca. 20 min.
Nel frattempo, affettare sottilmente le pesche e piastrarle in una padella rovente senza condimenti. Riservare.

Per la salsa al caffè, riunire in un pentolino caffè, zucchero e maizena e scioglierli perfettamente con una parte dell’aqua badando a non formare grumi. Aggiungere quindi il resto dell’acqua e cuocere finché la salsa sia densa e sciropposa.

Tagliare a spicchi la schiacciata e servirla tiepida guarnita con il prosciutto crudo, le pesche grigliate e qualche goccia di salsa al caffè.

Per qualche segreto in più e consiglio sulla preparazione visitate il blog di Alessia!

schiacciata al finocchietto