GREEN & QUICK: BUONA ESTATE DA MARCO D’OGGIONO PROSCIUTTI!

SAREMO CHIUSI PER FERIE DAL 6 AL 19 AGOSTO 2018

Vi auguriamo una buona estate con una veloce e freschissima ricetta:

Millefoglie di Bresaola alla Menta

SNYP6976 LOGO

– Tagliate a fette e poi a striscioline la nostra Bresaola Dolce Chianina
– Conditela con 2 foglie di menta e Olio di Oliva
– Accompagnatela con un avocado schiacciato col succo di 1/2 lime
– Create una millefoglie con del Pane Carasau

MALLOREDDUS AL PESTO D’ORTICA CON CARPACCIO CELTICO

Una nuova ed interessantissima ricetta di Barbara Frigerio di BFDivertirsiaifornelli: i tipici gnocchetti sardi preparati con il nostro Carpaccio Celtico di Chianina!

malloreddus pesto ortica e carpaccio

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:

400 g semola di grano duro
200 ml acqua calda
2 g sale fino
2 fette non tanto sottili di Carpaccio Celtico MARCO D’OGGIONO PROSCIUTTI
100 gr Pesto d’ortica (stesso procedimento del pesto di basilico senza aglio)

PREPARAZIONE:

Mettete a scaldare l’acqua in un pentolino. Sulla spianatoia mettete la semola a fontana e al centro versate l’acqua calda con il sale. Impastate con energia per 5-10 minuti. – Se l’impasto risulta troppo morbido aggiungete altra farina, se al contrario è troppo solido allora bagnatevi le mani con l’acqua e continuate ad impastare finché non diventa morbido –

Avvolgete l’impasto nella pellicola e fate riposare per almeno 30 minuti.

Trascorso il tempo necessario, adagiate l’impasto sulla spianatoia infarinata, arrotolatelo con le mani formando delle stringhe e tagliate con il coltello dei piccoli gnocchetti.
Uno alla volta, arrotolate gli gnocchi sul rigagnocchi in legno (in alternativa una forchetta andrà benissimo).

Preparate l’acqua per bollire gli gnocchi: in 5/7 minuti saranno cotti.

Per l’impiattamento: sporcate il fondo di ciascuna fondina con un paio di cucchiai di pesto d’ortica; adagiate sopra gli gnocchetti ben scolati e ricoprite con altro pesto. Completate con degli sfilacci di Carpaccio Celtico affumicato.

BUON APPETITO!

Carpaccio Celtico con fogli di Bitto e pere caramellate al timo selvatico

Chef Mattia Locatelli, Ristorante Albergo Valle del Bitto – Gerola Alta (SO)

 

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:
360 g Carpaccio Celtico Marco d’Oggiono a fette
160 g Bitto a fette sottilissime
50 g zucchero di canna
1 Pera
Rum
Una spolverata di timo selvatico

PREPARAZIONE:
In una padella, far caramellare lo zucchero di canna; una volta scurito aggiungere le pere tagliate a fette e bagnare con del Rum. Dopo aver fatto evaporare l’alcool, spolverare con del timo selvatico.
Affettare il Carpaccio e disporvi sopra le pere ancora tiepide e i fogli di bitto.

Bresaola di Tacchino su crema di avocado

Grazie a Barbara Frigerio di BFDivertirsiaifornelli per questa ricetta con la nostra Bresaola di Tacchino:

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:

3 fette di Bresaola ‘La Dolce Tacchina’ di Marco d’Oggiono
1 Avocado
10 ml. di latte
olio al bergamotto q.b.
timo q.b.
sale
pepe

PREPARAZIONE:

Preparate la crema di Avocado frullandolo nel mixer con un filo di olio al bergamotto, il latte, timo e sale.
Tagliate a julienne la Bresaola La Dolce Tacchina ed adagiatela su una quenelle di crema di avocado, completata da una spolverata di pepe.

Il Carpaccio Celtico alla prova…DEL CUOCO!

Altra giornata memorabile per noi, un nuovo motivo d’orgoglio: 7 MARZO 2017, il “paninaro” Daniele Reponi interpreta il nostro Carpaccio Celtico di Chianina in tre differenti e particolari modi.

Il primo, un panino, un’esperienza da veri gourmet:

 

Riscaldate il pane con la curcuma e farcitelo con Carpaccio Celtico e i carciofi appena saltati in padella. Aggiungete patè di olive di Gaeta e scorza di limone grattugiata, quindi olio extravergine di oliva.

 

Di seguito poi due idee per due piatti veloci e sfiziosi:

 

Servite il Carpaccio tagliato a fette con le fette di arancia pelate a vivo, mandorla salata a pezzetti, mirtilli, olio extravergine all’agrume…

 

 

Oppure ancora il Carpaccio accompagnato da peperone rosso grigliato e poi frullato, del croccante alla mandorla tritato e la fava di cacao.

Qui, dal minuto 31.20, la puntata de La Prova del Cuoco con la realizzazione delle ricette!

Pasta con Dolce Tacchina, Zucca e Funghi

Grazie a Barbara Frigerio per questa ricetta con la nostra delicatissima Bresaola di Tacchino:

pasta-dolce-tacchina-zucca-e-funghi_bf

 

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:
100 gr di Bresaola ‘La Dolce Tacchina’ di Marco d’Oggiono
400 gr di rigatoni
350 gr di funghi porcini
600 gr di polpa di zucca
100 ml. di latte
1/2 cipolla
1 pizzico di noce moscata
Olio evo qb.
sale e pepe qb.

PREPARAZIONE:
Tagliate la polpa della zucca a cubetti. Tenete da parte circa 20 cubetti che passerete nella miscela di farina da fritto per poi tuffarli nell’olio di girasole bollente fino a renderli ben croccanti da mettere come decoro su ogni piatto.
Pulite i funghi porcini freschi dai residui di terra con un canovaccio umido, eliminate le parti sciupate e passateli sotto l’acqua corrente per un minuto, senza lasciarli in ammollo. Tagliateli a fettine.
In una casseruola versate 2 cucchiai di olio e fate imbiondire la cipolla per 5 minuti a fuoco moderato; unite i cubetti di zucca, fate cuocere con un coperchio sulla pentola per circa 10 minuti, fino a quando la zucca diventerà tenera e cremosa, quindi frullatela con un frullatore ad immersione, fino ad ottenere una crema morbida, poi aggiungete i funghi affettati, il latte, regolate di sale e fate cuocere per altri 10 minuti.
In altra pentola mettete l’acqua per la pasta e portatela ad ebollizione. Aggiungete i rigatoni e fateli cuocere per 10 minuti. Quando la pasta sarà al dente, scolatela e fatela saltare con la crema di zucca e funghi.
Spolverate con un pizzico di pepe e noce moscata. Servite immediatamente dopo aver aggiunto i cubetti di zucca croccanti ed i fiammiferi di bresaola “La Dolce Tacchina” di Marco D’ Oggiono Prosciutti.

D’estate col melone…d’inverno col panettone!

Una nuova idea nata in occasione della festa di San Biagio (3 Febbraio), durante la quale si scongiurano malanni a gola e naso mangiando gli avanzi del panettone delle feste..

Enjoy!

panettone2

 

INGREDIENTI (per due sandwich)

– 2 fette di panettone (tagliato in orizzontale)
– 6 fette di Prosciutto Crudo dolce Marco d’Oggiono Prosciutti
– 100 g ricotta (o mascarpone, o altro formaggio spalmabile)

PREPARAZIONE:

Adagiate su ciascuna fetta di panettone (tagliata in orizzontale ed assottigliata con un mattarello) 3 fette di Prosciutto Crudo fino a foderarla completamente, e spalmate poi al centro una striscia di ricotta.
Con l’aiuto della pellicola per alimenti arrotolate la fetta di panettone su se stessa.
Tostatela in una padella antiaderente per qualche minuto rigirando il rotolo su tutti i lati.

Raviolo di sfoglia con lenticchie e cotechino Vaniglia

Un’altra preziosa ricetta di Barbara Frigerio di BFDivertirsiaifornelli!

“Non ho inventato nulla di nuovo , ho solo rivisitato la ricetta di La Cucina Italiana per le feste di inizio anno . Una nuova versione del cotechino e lenticchie per il pranzo del 1° gennaio o per le cene d’inverno.
Un entrèe sfiziosa , un antipasto , o come aperitivo per serate tra amici .

dsc00027

 

 

INGREDIENTI per 4 persone :
• pasta sfoglia stesa 250 gr
• vaniglia della Brianza Marco D’Oggiono Prosciutti lessato 170 grvaniglia-scritta-2
• lenticchie secche 80 gr
• sedano
• carota
• cipolla
• alloro
• concentrato di pomodoro
• semi di sesamo
• mostarda di fichi in crema
• sale

 

PREPARAZIONE:

Ammollate le lenticchie per almeno 4 ore, poi lessatele per circa 40 minuti (partite da acqua fredda) con mezzo gambo di sedano, mezza carota, mezza cipolla a pezzetti e una foglia di alloro. Aggiustate di sale verso fine cottura e aggiungete un cucchiaino di concentrato di pomodoro.

Spellate il Vaniglia della Brianza che avete lessato la sera prima come da istruzioni, tagliatelo a pezzetti e frullate la polpa.
Spegnete le lenticchie; se hanno acqua in eccesso, scolatele, in modo che siano ben asciutte, altrimenti rischiano di bagnare troppo la pasta.
Mescolate le lenticchie al cotechino tritato per il ripieno.

Tagliate la sfoglia in 4 larghe strisce; disponete il ripieno su 2 strisce (4 cucchiaiate ben distanziate su ciascuna), spennellate la sfoglia con olio e con un goccio d’acqua e sovrapponetevi le altre 2 strisce. Ritagliate 4 ravioli, rifilandoli ai bordi; schiacciate la pasta per chiuderli bene.
Spennellateli di olio e acqua , incideteli con tre tagli obliqui. Cospargeteli con semi di sesamo e infornateli a 190 °C per 10’ circa.

dsc00026

Servite i ravioli accompagnandoli con mostarda di fichi in crema.

Carpaccio di Bresaola Tacchina

Ricetta di Barbara Frigerio di BFDivertirsiaifornelli

 

INGREDIENTI (per 2 persone):

100 gr di Bresaola ‘La Dolce Tacchina’ di Marco d’Oggiono Prosciutti bresaola-tacchino-tagliata
100 g di funghi porcini
100 gr di grana padano a petali
1 pera Williams
20 pistacchi tostati, non salati
2 mazzetti circa di rucola
2 cucchiai di olio evo delicato
1 limone scorza e succo
pepe nero macinato al momento

 

 

PREPARAZIONE:

Per il Pesto di Rucola: mischiate in un robot da cucina 16 pistacchi, il succo di limone, le foglie di rucola, mezzo cucchiaio di sale e aggiungere l’olio extra vergine di oliva a filo. Una volta che la salsa avrà raggiunto una consistenza cremosa aggiungete la scorza di limone

Pulite i funghi eliminando la parte terrosa del gambo con le radichette, sciacquateli brevemente sotto acqua fresca corrente ed affettateli.

Lavate la pera e affettatela sottile quasi come un carpaccio

Adagiate la Bresaola “La Dolce Tacchina“ Marco d’Oggiono in un piatto di portata, mettete delle gocce di olio extravergine d’oliva, una pennellata centrale di pesto di rucola sulle fette di bresaola, i funghi porcini affettati, il carpaccio di pera, gocce di olio extravergine d’oliva, petali di parmigiano reggiano, una spolverata di pepe e di pistacchi precedentemente spezzettati.

e0195d44-bb28-4aad-b2dd-e5af905fd080

Schiacciata al finocchietto con crudo, pesche grigliate e caffè

Un gustoso suggerimento di Alessia Massari del blog Myiummy, per il nostro Prosciutto Crudo Dolce:

INGREDIENTI (per una teglia da 24 cm):

Per la schiacciata:
35 gr lievito madre rinfrescato.
100 gr. semola di grano duro
50 g farinadscn9562
1/2 cucchiaino malto
1 cucchiaino sale
2 cucchiaini semi di finocchio
1 cucchiaio olio extravergine di oliva
95 g circa acqua

Per il ripieno:
50 g Prosciutto crudo Marco d’Oggiono
Una pesca ben soda

Per la salsa al caffè:
100 ml acqua
1 cucchiaino caffè solubile
2 cucchiaini zucchero
1/2 cucchiaino maizena

PREPARAZIONE:

Per prima cosa, impastare la schiacciata: spezzettare il lievito in una ciotola, unire le farine e gli altri ingredienti e l’acqua a filo; lavorare fino ad ottenere un impasto morbido ma non appiccicoso. Farlo a palla e porlo a lievitare in un contenitore chiuso fino a che sia triplicato. A questo punto, riprendere l’impasto e stenderlo con le mani direttamente nella teglia unta di olio, coprirlo con pellicola e lasciarlo lievitare ancora un’oretta.

Passato questo tempo, portare il forno a ca. 200°; in una ciotolina emulsionare un cucchiaio di olio extravergine e uno di acqua e spargere l’emulsione sulla schiacciata, quindi infornarla e cuocerla per ca. 20 min.
Nel frattempo, affettare sottilmente le pesche e piastrarle in una padella rovente senza condimenti. Riservare.

Per la salsa al caffè, riunire in un pentolino caffè, zucchero e maizena e scioglierli perfettamente con una parte dell’aqua badando a non formare grumi. Aggiungere quindi il resto dell’acqua e cuocere finché la salsa sia densa e sciropposa.

Tagliare a spicchi la schiacciata e servirla tiepida guarnita con il prosciutto crudo, le pesche grigliate e qualche goccia di salsa al caffè.

Per qualche segreto in più e consiglio sulla preparazione visitate il blog di Alessia!

schiacciata al finocchietto